lunedì 26 settembre 2011

il dilemma della pausa pranzo

Sono sicura che sapete di cosa sto parlando. Domani rimarrò in ufficio a pranzo e sono stufa stufa stufa del solito panino. Di solito però non ho proprio il tempo per prepararmi qualcosa da portare. Quando arrivo a casa la sera sogno solo il divano, e non se ne parla di certo di alzarsi prima al mattino per cucinare.
Ma quando ho un po' di tempo, e ne basta poco, mi rendo subito conto di una cosa. Dal punto di vista culinario viviamo in un paese decisamente fortunato. Un po' di riso, qualche pomodoro appena raccolto (se avete questa fortuna, altrimenti basta scegliere con cura il fruttivendolo), dell'ottimo olio d'oliva, basilico, timo, erba cipollina, maggiorana, origano, menta, tutto quello che potete coltivare anche in una vaso sul davanzale. E se poi vogliamo strafare e abbiamo qualcosa di così buono nel frigo...aggiungiamo un unico elemento deciso. Io stasera avevo la ricotta affumicata. Meravigliosa. E così, giusto il tempo per cuocere il riso e affettare il tutto, ed ecco fatto.
Domani niente panino!

Nessun commento:

Posta un commento