venerdì 30 dicembre 2011

La cucina degli ingredienti magici

"...quando è a disagio o è triste, cosa fa?"
"Cibo"
"Mangia?"
"No, penso al cibo. A un sapore o a una forma, ai modi diversi di utilizzarlo, a come si cucina una cosa."
"Mi faccia un esempio."
Le dico delle cipolle caramellate. Di come il calore le trasforma. Di come da crude, bianche e croccanti diventano dolci e morbide da sciogliersi sulla lingua..." 
E' un libro dolce e coinvolgente, in cui il cibo è per la protagonista un'ancora di salvezza e uno strumento per raggiungere nuove dimensioni.
Trasmette un senso di familiarità, di tenerezza e allo stesso tempo di pura magia. Le ricette che scandiscono i capitoli sono piccoli episodi di vita vissuta, che riportano alla memoria, e non solo, tempi passati e persone che sono state importanti per la protagonista.

Jael McHenry, La cucina degli ingredienti magici, Corbaccio 2011.

Nessun commento:

Posta un commento