giovedì 1 dicembre 2011

stufato di zucca

Questo è senza dubbio uno di quelli che io chiamo cibi consolatori. Dopo una giornata faticosa, magari in una fredda giornata d'inverno, ci sono alcuni cibi che sanno rimetterti in pace con il mondo. Qualcosa di caldo, cremoso, saporito ma anche un po' dolce.
Lo stufato di zucca ne è un esempio perfetto. La ricetta che pubblico qui oggi è una rivisitazione, diciamo così. Perchè in verità ne avevo mangiato uno buonissimo poco tempo fa a Londra (in un posto delizioso che si chiama Food for Thought) e ho cercato di ricrearlo, riuscendoci ala fine con un certo successo.
per 4 persone: affettate una cipolla, meglio se ne avete una rossa, e fate rosolare in olio d'oliva aggiungendo una cucchiaiata generosa di curcuma, un po' di lemongrass se ne avete, un rametto di timo e un paio di cucchiaini di curry non piccante.  Tagliate intanto a cubetti piuttosto grossi una zucca di media grandezza. Quando la cipolla sarà appassita unite la zucca, saltate qualche minuto e coprite con brodo vegetale e lasciate cuocere finché il brodo sarà stato assorbito quasi tutto dalla zucca (deve rimanere un po' di sughetto). Regolate di sale se necessario. Tutto qua, facile facile. Qualcuno obietterà che non è comune avere in casa tutte queste spezie, ma il mio suggerimento è: compratele! compratene tante, che ne vale sempre la pena. Qualche spezia, se è quella giusta, "illumina" anche il piatto più scontato.

Nessun commento:

Posta un commento