domenica 15 gennaio 2012

soufflè di piselli

Come promesso, ecco il primo esperimento frutto della prima lezione di cucina.
La ricetta del corso prevedeva di usare gli asparagi, io invece ho usato i piselli.
Per prima cosa far cuocere con un po' di aglio e cipolla 4 o 5 cucchiai di piselli surgelati (potete cuocerne anche di più e poi servire quelli in eccesso come contorno).
Preparare una besciamella con due cucchiai di farina. Stavolta ho fatto la besciamella usando l'olio al posto del burro (lo so, qualcuno la potrebbe considerare un'eresia...) ed è venuta benissimo lo stesso. Salare e aggiungere un bel po' di noce moscata. Lasciare intiepidire.
Quando i piselli sono cotti lasciarli raffreddare e frullarne una parte (quei 4 o 5 cucchiai di cui si parlava).
A questo punto possiamo assemblare quasi tutto: la besciamella, i piselli frullati, un tuorlo d'uovo.
Montare a neve due albumi con un pizzico di sale e incorporarli delicatamente al resto del composto.
Versare negli stampi (con queste dosi ne vengono tre porzioni) e adagiare gli stampi su una teglia in cui avrete disposto un dito d'acqua.
Infornare nel forno già caldo a 200° per circa 20 minuti. Tirare fuori dal forno quando i soufflè saranno gonfi e dorati.
Come primo esperimento sono piuttosto soddisfatta!

sabato 14 gennaio 2012

scuola di cucina

Avrei dovuto metterlo tra i buoni propositi per il nuovo anno: partecipare ad un corso di cucina.
Qualche giorno fa sono andata su google e ho cercato le scuole di cucina nella mia città, e sono arrivata sul sito della scuola Peccati di gola. Il nome è già una garanzia, gli argomenti dei singoli corsi decisamente allettanti, e ho preso come un segno del destino l'indirizzo della scuola, a due passi da casa mia.
Ieri sera ho partecipato alla mia prima lezione del corso sformati e soufflè!
Due splendide insegnanti ci hanno accolti in un ambiente casalingo ma allo stesso tempo professionale, dispensando consigli e svelando segreti culinari. Il soufflè ormai non mi fa più paura!! Ovviamente alla preparazione di ciascun piatto segue l'assaggio, condito da commenti e suggerimenti su come variare la ricetta.
Non c'è che dire, davvero una scuola meravigliosa, un'esperienza che mi auguro di poter rifare un sacco di volte (venerdì prossimo la seconda "puntata").
Adesso chiaramente non stupitevi se le prossime ricette saranno per un bel po' sformati e soufflè!

lunedì 9 gennaio 2012

che sia un delizioso 2012!

Buoni auspici, e buoni propositi per il nuovo anno:
incontrasi attorno a una tavola imbandita con gli amici, vecchi e nuovi;
mangiare un po' meno, ma sempre di qualità;
riscoprire le cose buone delle nostre terre, e di quelle che ci capita di visitare;
léggere, léggere, léggere;
e che per tutti sia un anno pieno di calore, serenità e di felici sorprese.