mercoledì 31 ottobre 2012

Profumi da...Torino!

o potrei dire profumi dal mondo!
Ho avuto la fortuna sfacciata di andare al Salone del Gusto di Torino, che quest'anno oltre ad essere il luogo in cui si riunivano le eccellenze gastronomiche d'Italia e non solo (e ce ne sono veramente moltissime) era anche un posto in cui conoscere le esperienze di chi, in ogni angolo del mondo, lavora per un cibo "buono,  pulito e giusto". Per la prima volta infatti il Salone del Gusto si è unita ad un'altra manifestazione, Terra Madre, rete che promuove la produzione alimentare sostenibile.
Il risultato è stata per me un'esperienza totalizzante: un modo per conoscere sapori diversi e diversi modi di vivere e di produrre il cibo.
La riflessione, paradossale per certi versi, che non ho potuto fare a meno di fare è stata questa: tutta questa sacrosanta ricerca di sapori e prodotti della tradizione è un modo per rimediare ai nostri errori. Stiamo tornando a mangiare il cibo che mangiavano i nostri nonni come fosse un ritorno a casa. Abbiamo dato per scontate tante cose e rincorso a lungo nuove mode finché ci siamo smarriti. Abbiamo semplicemente cercato modi facili di produrre sempre di più perdendo di vista la qualità
Ma bando alla retorica! Ho avuto anche l'occasione di seguire la presentazione di  Dire Fare Mangiare, uno dei miei libri del momento, ed è stato veramente uno spasso.








Nessun commento:

Posta un commento