lunedì 19 maggio 2014

Il segreto della Pavlova

Anna Pavlova era una ballerina russa tra le più famose nei primi anni del novecento. Pare che sia stata lei ad ispirare lo chef di un hotel di Wellington, in Nuova Zelanda, quando nel 1926 ha deciso di creare una nuova meravigliosa torta. Da allora la Pavlova è, insomma, il dolce nazionale in nuova Zelanda e anche in Australia.Una sontuosa base di meringa (croccante fuori e morbida dentro) sormontata da un vero e proprio tripudio di chantilly e coronata da frutta di vario genere.
pavlova frutti di boscoDalla Nuova Zelanda avevo portato con me due libri di cucina, e in entrambi la ricetta per la Pavlova era la medesima e prevedeva l'uso di albumi, zucchero, maizena, aceto e vaniglia. Non una classica meringa insomma. Non vi scrivo nemmeno le dosi semplicemente perché ... la ricetta non funziona!
Insomma, ci ho provato, l'ho seguita passo passo (ci sono volute ore ed ore), e ho buttato nel cestino la meringa gommosa e appiccicosa che ne era risultata.
Ma non mi sono rassegnata del tutto. Volevo ad ogni costo riuscire a realizzare questa meraviglia  e allora ho deciso di affidarmi ancora una volta a lei, mio punto di riferimento culinario: Delia Smith.
A questo punto però non avrete da me nessuna ricetta, dovete sudarvela un po' anche voi. Procuratevi il suo libro! Non potete assolutamente farne a meno.
Il risultato, nella fotografia qui accanto, e i commenti unanimi di chi l'ha fatta fuori in pochi secondi sono garanzia di successo.

5 commenti:

  1. Non posso più tacere. Rischio tutto. Non posso rivelare il mio vero nome. Questione di sicurezza pubblica, e privata. Diciamo che sono noto nel Circus come agente 00bass8. La Pavlova di Lucia è un'arma di costruzione di massa. Potrebbe portare la pace nel mondo. Ecco perché la Spectre non permette sia diffusa. Ma in trentasette ore da adesso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. agente, lei così svela la mia missione!

      Elimina
  2. Bellissima questa Pavlova. Peccato che tu non voglia rivelare i dettagli della ricetta!
    Direi che la seconda ti è venuta benissimo.
    Bravissima.
    Un abbraccio
    Giudy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi, dai un'occhiata alle ricette di Delia Smith, sono sicura che le adorerai anche tu. Comunque quello che posso dire è che la sua ricetta è molto molto più semplice della prima che avevo provato.

      Elimina
  3. Ok, alla fine ho ceduto. Se volete la ricetta date un'occhiata qui: http://www.lacucinadilucia.com/2014/08/delia-smith-e-il-segreto-della-pavlova.html

    RispondiElimina