sabato 11 ottobre 2014

Odore di chiuso

Lo so, è un post un po' borderline per un blog di cucina, ma sull'onda della Famiglia tortilla mi sono messa a leggere un altro libro di Marco Malvaldi, Odore di chiuso. Anche qui c'entra in qualche modo la cucina perché uno dei protagonisti del romanzo è Pellegrino Artusi, autore di uno tra i primi e più noti manuali di cucina.
Chissà, forse anche Malvaldi si è lasciato contagiare dalla gastromania che ha colpito tutti noi e ha scelto di utilizzare per il suo libro un personaggio che probabilmente ha visto crescere in maniera esponenziale la propria popolarità proprio in questi anni.
Il libro è un romanzo giallo che traccia con leggerezza il ritratto di una parte dell'Italia non ancora unificata con acume e ironia, un divertissement che non approfondisce però più di tanto l'aspetto investigativo della storia.
Nella Maremma di fine Ottocento, in un castello abitato da una nobile famiglia ormai in decadenza, ha luogo un delitto. Sarà proprio Pellegrino Artusi a dare un contributo fondamentale per scovare il colpevole.
Leggetelo se avete voglia di evadere per un po' e vi incuriosisce provare ad immaginare Artusi in una veste decisamente inedita.

Marco Malvaldi, Odore di chiuso, Sellerio 2014.

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina